MARIA LUCIA DIMAGLIE

 

Psicologa, Psicoterapeuta

formata in Neuropsicologia

 

 

Iscritta all’Ordine degli Psicologi della Puglia- n.3995.

Laureata presso la Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Bologna specializzandosi in  Neuropsicologia e Recupero Funzionale nell'arco di vita, ha poi conseguito la specializzazione in Psicoterapia Cognitivo- Comportamentale, specializzandosi sul disturbo Dipendente di Personalità presso l'Istituto Santa Chiara di Lecce.

Dal 2014 esercita la libera professione come Psicologa-Neuropsicologa.

 

Attualmente collabora con il Centro Your Self di Varese come Psicologa nell’ ambito dei Disturbi Specifici dell’ Apprendimento e del Sostegno Psicologico rivolto ad adolescenti e giovani adulti.

Svolge privatamente attività di consulenza e psicoterapia rivolta a minori, adulti, famiglie.

Tratta principalmente disturbi dell’umore, ansia, disturbi di personalità, psicopatologie infantili e problemi psicologici connessi a periodi di crisi o cambiamenti di vita (malattia, separazione, gravidanza, dipendenze affettive…).

Svolge privatamente attività di Valutazione e Trattamento Neuropsicologico delle funzioni Cognitive in bambini e adulti (ritardo mentale, difficoltà del neurosviluppo/ post-ictus, malattie neurodegenerative...) e offre un servizio di Counseling Familiare Neuropsicologico

Psicologa- volontaria presso l’Associazione Sicura di Gallarate che offre un servizio di consulenza psicologica-legale in situazioni di disagio relazionale, professionale, scolastico e familiare in situazioni di violenza.

 Per diversi anni si è dedicata alla riabilitazione di bambini con disturbo dello spettro autistico, anche attraverso la collaborazione del comune di Torino, dell’associazione AIZO, dell' Associazione di idee e  delle famiglie coinvolte per la pianificazione di  progetti domiciliari e scolastici specifici.

 

Ha collaborato con l’ Ospedale San Camillo di Torino e l’ IRCCS Cà Granda  e Carlo Besta di Milano, maturando esperienza  nell’ambito delle malattie di origine neurologica e nel loro trattamento neuropsicologico.

Crede fortemente nel difficile percorso di
cambiamento personale che passa attraverso l’empatia, la consapevolezza, il confronto con il dolore e l’apertura verso nuovi modi di pensare e comportarsi con sé stesso e gli altri; solo in questo modo potrà esserci una via d’uscita verso l'equilibrio psicologico.